Dei Nuovi Animali

Musica Per Bambini è un folle e a me piacciono tantissimo i folli. Perché anche se piove da giorni e fuori dalla finestra il mondo è tutto grigio, la loro follia proietta dentro casa altri mondi paralleli: cangianti, strani, alternativi.
Dei Nuovi Animali, il nuovo disco del matto in questione (oh, “matto” è un complimento), assolve perfettamente la sua funzione di produttore di alterità, raccontandoci balle su come sarà il nostro futuro. Eh be’, siamo sicuri sicuri di averne uno?!
La scienza e la religione si troveranno d’accordo, per una volta, a mettersi le mani nei capelli, sentendo di nuove forme di vita e stravaganti percorsi evolutivi, mentre noi ce la rideremo alla grande per le storie di certi personaggi montate su tracce musicali schizofreniche ripassate al frullatore. Elettronica e sample, filastrocche e chitarre distorte, citazioni d’autore e siparietti comici, punk e melodia, ritmi spezzati e suonetti simpatici, voci e vocette, vocine e vocione, giochi di parole e scatti d’isteria, tutto questo e molto altro ancora (tipo Caparezza e Giovanni Gulino dei Marta sui Tubi) è finito nel tritatutto di MxB aka Manuel Bongiorni. Un tritatutto creativo, però, che non si limita a spezzettare, sminuzzare e spappolare, ma riassembla tutte le schegge di follia in un disco fantasioso e avvincente.
Le mie canzoni (uhm, termine forse improprio…) preferite sono “Tartarugola”, “Sei come la minestra” (anche se a me la minestra piace) e “Mappamondista”.
Magari, per chi ha già apprezzato il precedente Dio Contro Diavolo, questo Dei Nuovi Animali non sarà una sorpresa. Ma chissenefrega, le sorprese non sono sempre belle, invece questo disco sì.

Dei Nuovi Animali (La Famosa Etichetta Trovarobato)

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Dei Nuovi Animali

  1. patatromb says:

    Discone, anche se mi ci vorranno settimane per riuscire a capirlo come si deve, ‘ché non c’è un secondo di sosta dall’inizio alla fine.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s