Wonderland

Promesse di meraviglie a partire dal titolo e copertina technicolor per il nuovo album del produttore superquotato Steve Aoki, stella della scena clubbing mondiale e pure talent scout di buon fiuto con la sua etichetta Dim Mak. Peccato che le promesse siano del tutto disattese dal disco, che invece si rivela un plasticone senza troppi slanci creativi né quell’attitudine punk che l’aveva sempre contraddistinto (vedi la collaborazione perfettamente riuscita con Bloody Beetroots). È chiaro che qui si punta al grande pubblico, quello da discoteca con sala commerciale e da autoscontro sul lungomare, quello che la musica è solo il sottofondo per il rimorchio selvaggio ed è uguale se balliamo i Crookers o i Righeira. Non c’è niente di male, per carità, però ammetto la delusione derivante da questa paccottiglia patinata che non si salva nemmeno grazie al massiccio tentativo di rimestamento dubstep né alla parata di special guest. Non basta Rivers Cuomo dei Weezer a dare più dignità al singolo elettro-power-pop “Earthquakey People”, anche se sicuramente riempirà tante piste (non solo da ballo). Non basta will.i.am/zuper blahq a legittimare l’uso scontato del vocoder, non basta qualche superstite degli Exploited a resuscitare la ribellione, non basta Lovefoxxx dei CSS a rendere accattivante “Heartbreaker”, non bastano Kid Cudi e Lil Jon a cavalcare le ultime tendenze dell’hip hop elettronico, non bastano MLFO, Chiddy Bang, Travis Barker dei Blink182 né Wynter Gordon. Insomma, non basta. I Black Eyed Peas fanno i paraculi ma lo fanno meglio, di David Guetta ce n’è già uno e forse avanza. Da un “cavallo pazzo” come Steve Aoki mi aspettavo di più, suoni da tirare giù il locale, gran tamarrate ma originali, divertimento ma non il vuoto spinto della coscienza. Wonderland? Solo una scenografia inconsistente.

Wonderland (Dim Mak)

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s