Ester

Il nome della band non è dei più felici, Trailer Trash Tracys, ma magari il quartetto londinese l’ha scelto per tenere basse le aspettative e poter poi sorprendere tutti con questo bel disco d’esordio, Ester. D’altronde, è la Domino, etichetta di Arctic Monkeys, Animal Collective e The Kills, che ci mette il suo marchietto di garanzia insieme a quello della Double-Six.
La musica dei TTTs è scura, nostalgica e sofisticata. Si regge sull’audace combinazione di deliziose melodie pop con il suono sintetico di tastiere e drum machine, incrociando il tutto con le colonne sonore dei film di David Lynch. Come se fosse una collaborazione tra i Cocteau Twins e Angelo Badalamenti: atmosfere rarefatte e dilatate, ma una tensione tangibile. Ascoltate “You Wish You Were Red” e vi chiederete “chi ha ucciso Laura Palmer?”. La voce di Suzanna Aztoria, eterea e sognante, ricercata senza essere inutilmente pretenziosa, è perfetta per questa musica. Il singolo “Candy Girl”, già uscito ma qui riproposto in una nuova versione, è una piccola perla di avant-pop.

Ester (Double-Six/Domino/Self)

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s