Age of Energy

L’obiettivo di oggi è dimenticare la settimana passata a sentir parlare di canzonette insignificanti, soubrette smutandate, cantanti decaduti vestiti da predicatori e inutili polemiche. Bevo un succo bio, sorseggio un caffè amaro e ascolto il nuovo disco del Chicago Underground Duo, ispirata dal titolo (pro-)positivo e dai toni tenui della copertina. La differenza di livello non è nemmeno quantificabile all’interno del nostro sistema solare.
Age of Energy, il sesto lavoro di Chad Taylor e Rob Mazurek come duo all’interno della più lunga storia dei Chicago Underground come formazione allargata (quindici anni appena compiuti), è tutto incentrato sul contrasto e sul bilanciamento tra esperienze controllate e incontrollate. Musicalmente questo contrasto è reso evidente dall’accostamento di elettronica, tastiere e drum machine con strumenti acustici (il corno e la batteria) e persino tradizionali, come la mbira africana. La traccia di apertura, “Winds Sweeping Pines”, contiene già la chiave di lettura dell’album: all’inizio entrambi i musicisti sono intenti a manipolare la materia elettronica sui sintetizzatori, ma progressivamente si spostano verso i rispettivi strumenti acustici – Taylor la batteria e Mazurek il corno – per chiudere improvvisando alla loro maniera questi primi venti minuti di jazz d’avanguardia. Allo stesso modo la sperimentazione elettroacustica di “It’s Alright” racconta il conflitto tra la natura conosciuta e quella sconosciuta di ogni cosa e di come l’essere umano si trovi proprio in mezzo, forte delle sue consapevolezze ma spesso vittima della sua incoscienza. L’unica composizione completamente acustica è “Castle in Your Heart”, basata su una canzone tradizionale Shona dello Zimbabwe, mentre a chiudere l’album (interamente registrato dal vivo e senza overdub)  è l’energica title-track, costruita su frenetiche strutture ritmiche circolari. Nella versione digitale c’è anche una traccia in più, l’elegante e coinvolgente “Moon Debris”, che ci fa venire voglia di prenotare subito un volo transoceanico insieme al biglietto per il prossimo concerto del Chicago Underground Duo.

Age of Energy (Northern Spy)

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s