Time Team

Sole. Tuoni, lampi e grandine. E sole. E tuoni. E ancora pioggia. Il cielo sembra volersi prendere gioco di noi, che ci lamentiamo per il caldo e poi ci lamentiamo anche della pioggia. Non ci sta mai bene niente e allora ce lo meritiamo di essere presi in giro, proprio nel week-end.
Un po’ c’è anche nel disco di Slugabed questa ironia, questa tendenza a mescolare le carte in tavola e toglierci punto di riferimento.
Time Team, il primo album vero e proprio del ventitreenne Greg Feldwick, uscito recentemente per la Ninja Tune, potreste trovarlo nello scaffale “dubstep” di un negozio specializzato in musica elettronica. Ma non sarebbe esattamente appropriato. C’è dell’altro.
Si comincia guardando a un altrove lontano con “New Worlds”, che unisce beat hip hop e bassi profondi con sonorità quasi ambient e più delicate. Poi si viene conquistati dall’andamento funk di “Sex” e dalla sua seducente melodia elettronica: non a caso è il singolo.
Le mie preferite sono “Moonbeam Rider”, fatta di bassi monolitici e ululati di licantropi digitali in lontananza (forse la più dubstep di tutte), e “Travel Sweets”, nervosa e vagamente scura alla Burial, in netto contrasto con la pacificante e solare visione di “Unicorn Suplex”. Bellissima anche la nostalgica “Grandma Paints Nice”, coinvolgente e piena di calore anche se suonata da strumenti virtuali. Il paradosso delle emozioni sintetiche.
Nei pensieri del giovane Slugabed non c’è l’ansia di farci ballare a tutti i costi, ma più che altro di accompagnarci in un viaggio mentale che incrocia molteplici coordinate spaziali e temporali. Luoghi diversi ed epoche diverse. La contemporaneità ipertecnologica incontra il lo-fi di qualche anno fa, i sintetizzatori analogici e quelli digitali si sovrappongono, salvando pure i suoni a 8bit del Game Boy e la lezione IDM. E, soprattutto, Slugabed ci mette un bel po’ di senso dell’umorismo, che non guasta mai.
Ah, piove un’altra volta.

Time Team (Ninja Tune)

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s