Bass Culture

Questo è il mese della Giamaica. Mentre il giamaicano SuperBolt sbanca Londra, la sua bellissima isola festeggia i cinquant’anni di indipendenza.
Il modo migliore per celebrare quest’anniversario è guardare Marley, il documentario di Kevin MacDonald sulla vita di Bob Marley, e ascoltare l’antologia Bass Culture pubblicata dall’etichetta inglese The Nascente.
È vero che le raccolte di reggae, ska, rocksteady e dintorni si sprecano, ma questa non è la solita compilation infarcita di hit scontate e già sentite mille volte. In quattro volumi l’esperto dj Jim Layne ripercorre la storia e l’evoluzione della musica in levare, trovando il perfetto equilibrio tra canzoni ingiustamente poco conosciute e immancabili masterpiece del genere.

Vol.1 – This Town Is Too Hot: Ska and Rocksteady

Vol.2 – Boss Sounds: Early Reggae

Vol.3 – When Reggae Was King: Roots Rockers, DJs and Dub

Vol.4 – Mash You Down: The Birth of Dancehall

Il regalo giusto per gli appassionati di lunga data, ma anche per quelli che “tanto le canzoni reggae sono tutti uguali”. Li perdoniamo, offrendo loro la possibilità di ricredersi: in fondo non sono cattivi, ma semplicemente ignoranti.

Chi desidera saperne ancora di più, può accompagnare l’ascolto di questa fantastica antologia alla lettura del fondamentale saggio Bass Culture di Lloyd Bradley (pubblicato in Italia da ShaKe Edizioni).

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Books, Music and tagged , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s