The Great Mixtape Top Five #9

E va bene, prima che finisca il mondo facciamo quest’ultima Top Five. Dedicata, a grande richiesta, ai dischi italiani che nel 2012 hanno lasciato un segno.
Ammetto di avere avuto qualche difficoltà. Probabilmente se la rileggerò domani non sarò più d’accordo nemmeno con me stessa, ma per adesso, a un giorno e mezzo dal grande botto (ma sarà un botto?! E a che ora dovrebbe succedere?!) questi sono i miei cinque album italiani preferiti dell’anno.

The-End-is-Near

5) Morire per la patria, Fuzz Orchestra (Wallace Records, Escape from Today, Boring Machines, Offset, Hysm?, Bloody Sound Fucktory, Il verso del cinghiale, From Scratch, Brigadisco)

4) Double Soul, Iori’s Eyes (La Tempesta International)

3) S, Drink To Me (Unhip Records)

2) Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale, Calibro35 (Autoproduzione/Venus)

1) Nel giardino dei fantasmi, Tre Allegri Ragazzi Morti (La Tempesta).

Anche stavolta mi riservo la facoltà del bonus, anzi, due. Non vorrei rimanere da sola in un mondo capovolto e senza musica, meglio fare scorta di cose buone.

*) La Morte, La Morte (Anemic Dracula/Corpoc)

**) Irrinzti, Xabier Iriondo (Wallace Records)

Ora siamo a posto, può succedere di tutto, la mia sui dischi dell’anno l’ho detta.
Nell’attesa del grande evento, guardiamoci il video di “La fine del giorno (Canto n.3)”.

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s