Imitations

Il freddo non mi piace. La pioggia non mi piace. Il cielo grigio non mi piace. È facile intuire che il mio umore in questi giorni non sia al massimo, soprattutto dopo la grandinata che mi si è scatenata addosso l’altra sera.
Cos’è che può scaldarmi il cuore in questa stagione infelice? La voce profonda e vissuta di Mark Lanegan può essere meglio di una tisana bollente, e forse più simile a un whiskey caldo.
Nel suo nuovo album di cover, Imitations, l’immagine della rockstar consumata è ammorbidita dalla raffinatezza degli arrangiamenti. Il timbro intenso della sua voce, usata sempre con la giusta sfumatura, riesce a svelare tutta la profondità dei brani originali, classici della canzone americana e ballate simbolo della scena alternativa, e restituisce loro una nuova forza. Lanegan è un interprete straordinario, di quelli che fanno sentire i brividi lungo la schiena e possono davvero emozionare. Qui indossa i panni dell’affascinante cantante gentiluomo, narratore della melodia, e ci conduce con l’immaginazione in un sofisticato locale d’altri tempi, con luci soffuse e sottili linee di fumo che salgono al soffitto. Indossiamo abiti eleganti e siamo ipnotizzati dal viso tenebroso che accompagna quella voce ruvida e penetrante.
L’indimenticabile “You Only Live Twice” di Nancy Sinatra, colonna sonora dello 007 di Si vive solo due volte, è resa in tutta la sua drammatica grandiosità e, allo stesso tempo, in un’inedita e diversa delicatezza. Splendida.

Imitations (Vagrant/Heavenly Recordings)

Imitations (Vagrant/Heavenly Recordings)

Questa la tracklist:
1) Flatlands, Chelsea Wolfe
2) She’s Gone, Vern Gosdin
3) Deepest Shade, The Twilight Singers
4) You Only Live Twice, Nancy Sinatra
5) Pretty Colors, Frank Sinatra
6) Brompton Oratory, Nick Cave & The Bad Seeds
7) Solitare, Andy Williams
8) Mack the Knife, Bobby Darin
9) I’m Not the Loving Kind, John Cale
10) Lonely Street, Andy Williams
11) Élégie Funèbre, Gérard Manset
12) Autumn Leaves, Andy Williams

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s