Niggas on the Moon

I Death Grips non piacciono tanto ai discografici né a quei giornali e giornalisti che pensano di avere in mano le sorti della musica. La ragione è molto semplice: i Death Grips fanno sempre come cazzo vogliono e se ne fregano delle logiche del mercato e delle dinamiche promozionali. Il disco è pronto? Lo buttano fuori in download gratuito attraverso la loro etichetta Third Worlds, rimettendosi al giudizio diretto dei loro ascoltatori, che scaricano, ascoltano, diffondono e poi vanno a sentirli dal vivo. Finora hanno vinto loro con buona pace di chi si ostina a considerarli un fenomeno dell’underground, nonostante siano ormai ospiti fissi del mondo dei soldi veri.
Tutto questo per dire che, se volete, qui potete scaricare gratuitamente il nuovo lavoro dei Death Grips, Niggas on the Moon, che costituisce la prima parte del doppio album The Powers that B previsto per la fine dell’anno (la seconda parte si chiamerà Jenny Death).
Lo stile resta il solito, i ragazzacci sono ovviamente cattivi e incazzati e ci sputano addosso un sacco di brutte parole, rappando o urlando su basi elettroniche, martellanti e rumorose, piene di suoni metallici e distorsioni. Rimane quel particolare senso dell’umorismo a volte spiazzante, così come la tendenza del pazzo Stefan Burnett a enfatizzare alcune consonanti e alcune sillabe, mentre la particolarità del disco, quella che anche a loro preme sottolineare, è la presenza della voce di Björk in ogni traccia. Campionata e manipolata, diventa la nota di freschezza in una formula ormai familiare e forse meno emozionante rispetto al passato, ma capace comunque di conservare un’inquietante energia scura, selvaggia e frenetica. Il rischio per i Death Grips è di essere assorbiti in un orizzonte rassicurante e di perdere quella straordinaria forza d’impatto che li ha sempre caratterizzati, ma per ora mi sembrano ancora molto lontani dal rammollimento.

Niggas on the Moon  - Death Grips

Niggas on the Moon (Third Worlds)

Intanto ascoltiamo, scarichiamo e diffondiamo Niggas on the Moon, poi aspettiamo trepidanti la seconda parte dell’album doppio e speriamo che, dopo tutte le date americane con Nine Inch Nails, Beck e Soundgarden, i Death Grips decidano di fissare qualche concerto anche in Italia.

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to Niggas on the Moon

  1. claudiagalal says:

    Notizia di ieri sera, 2 luglio 2014: i Death Grips si sono sciolti. Proprio come si addice al loro stile, fuck everything, noi facciamo come ci pare!

    “we are now at our best and so Death Grips is over. we have officially stopped. all currently scheduled live dates are canceled. our upcoming double album “the powers that b” will still be delivered worldwide later this year via Harvest/Third Worlds Records. Death Grips was and always has been a conceptual art exhibition anchored by sound and vision. above and beyond a “band”. to our truest fans, please stay legend.”

    Stay legend.

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s