Tony

Non potrei essere in un posto più lontano, in senso letterale e figurato, eppure Chicago torna, rivendicando la propria centralità sulla mappa del rap americano. Dopo Common, ecco King Louie e il suo nuovo mixtape, Tony, che racconta un mondo violento e popolato da gente con pochi scrupoli, dove la dura realtà si confonde con le leggende metropolitane ed è meglio non chiedere troppe spiegazioni.
Louie ci tiene al titolo di King della drill music e questo disco dimostra efficacemente le sue intenzioni. Cattivo, sporco e cupo, ma anche forte, energico e muscolare, nelle rime come nelle basi, soprattutto grazie a una squadra di produttori (Dj L, Jay Storm, C-Sick, Hearon Trackz, Smylez) capace di trasformare beat ed effetti in vere e proprie armi da fuoco. Colpi precisi e ben assestati, che piegano, graffiano e fanno male.
Chicago è una dimensione spazio-temporale costruita attraverso il suono, possiamo sentire i suoi abitanti contendersi il dominio della città e vedere King Louie che prende il sopravvento, spinto dall’ambizione e dal talento. La sua performance è emozionante, ma perfettamente controllata.
La prospettiva non si allarga mai al di fuori di quelle strade conosciute e contese, metafora di una scena che ultimamente sembra essersi persa. Lo street rap di Chicago ha provato a fare il grande salto, frantumandosi e rischiando di tradire la propria natura. I problemi sono localizzati, così come le possibili soluzioni, ma tutto si riassume in una formula semplice e non negoziabile: “Live & Die In Chicago”.
L’industria discografica che conta non ha mai dato il giusto credito a King Louie, ma per ora la corona rimane ben salda sulla sua testa a ribadire, se ancora non fosse chiaro, chi è il re a Chicago.

King Louie, Tony (Lawless)

Tony (Lawless)

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s