NehruvianDOOM

Mi piace pensare che le cose belle, gli incontri fortunati e le scoperte importanti accadano spesso per caso. E mi piace pensare che davvero MF DOOM, mascherata leggenda vivente dell’hip hop, e il giovanissimo rapper Bishop Nehru si siano trovati per caso e subito riconosciuti.
Nell’aprile dell’anno scorso i due si sono esibiti nella stessa sera al famoso 100 Club di Londra ed è subito scoccata la scintilla. Immagino che l’esperto DOOM sia rimasto affascinato dal talento dell’allora sedicenne mc Bishop, incoronato da Nas come “the future of music”, e che gli abbia proposto di provare a fare qualcosa insieme. Magari Bishop è svenuto per l’emozione, chissà, oppure è riuscito a mantenere una calma apparente mentre dentro stava esultando come un pazzo.
Sta di fatto che nei mesi successivi sono rimasti in contatto: DOOM mandava beat a Bishop, che a sua volta gli rimandava le voci registrate. Di mezzo c’è stata la collaborazione per il pezzo “Lemon Grass” nel mixtape Nehruvia del giovane mc, ma l’album NehruvianDOOM ha visto la luce oltre un anno (e qualche sessione in studio) dopo.
Era dal 2003 che MF DOOM non produceva interamente un disco (il bellissimo Take Me to Your Leader di King Geedorah) e nella sua carriera ci ha regalato tante di quelle cose fighissime che questa passerà quasi inosservata, ma il suo suono scuro e “analogico” e la sua schizofrenia citazionista restano inconfondibili. D’altra parte, il talento di Bishop Nehru rischia di restare schiacciato dalla presenza di tale mentore e imbrigliato in un mondo sonoro per lui insolito. Si capisce che ha una personalità vincente ed è destinato al successo – pochissimi adolescenti scrivono rime con lo stesso consapevole equilibrio tra filosofico e materiale – ma non è ancora abbastanza autorevole da dimenticarsi i suoi modelli degli anni Novanta. Questa è una tappa intermedia e fondamentale nella formazione di Bishop Nehru: mentre scopre di dover ancora definire del tutto il proprio stile, può comunque andare in giro a bullarsi per aver fatto un disco con un mito dell’hip hop come DOOM prima ancora di potersi bere una birra con lui.

NehruvianDOOM (Lex Records)

NehruvianDOOM (Lex Records)

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

One Response to NehruvianDOOM

  1. Pingback: Magic: 19 | thegreatmixtape

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s