Fin

Per il proprio album di debutto come solista, la bravissima e carismatica Syd, già frontwoman della band The Internet, ha scelto un titolo contraddittorio e risolutivo: Fin. Eppure, questo disco suona esattamente come un nuovo inizio, un’altra fase di una carriera già lunga e di alto livello, nonostante i 24 anni. Syd (vero nome Sydney Bennett) appare estremamente concentrata e perfettamente a fuoco sulla propria musica, che si allontana dal nebbioso e fantasioso neo-soul di The Internet per raggiungere un essenziale spazio sonoro, costruito di sintetizzatori e beat minimali.
A parte il supporto su pochissime tracce di alcuni produttori “di grido”, come Hit-Boy, MeLo-X (collaboratore della regina Beyoncé) e Rakhi (al fianco di Kendrick Lamar), Syd ha fatto praticamente tutto da sola. Ha scritto, composto e prodotto le proprie canzoni, rendendole magnetiche e potenti come lei, che si accende come una stella ogni volta che apre bocca per rappare o cantare. Mescolando neo-soul, hip hop e R&B, le influenze musicali con le quali è cresciuta, riesce a essere grintosa e morbida allo stesso tempo, sensuale e vulnerabile, emozionante e determinata.
Syd riprende gli elementi caratteristici dell’R&B, ormai quasi archetipici di un certo tipo di rapporto amoroso, ribaltandoli e adattandoli a se stessa, alle proprie esperienze di vita e alle proprie fantasie, ora con introspettiva profondità, ora con disinibita sfrontatezza. È credibile e convincente in ogni frase, perché non tenta mai di atteggiarsi a quella che non è, ma punta tutto sull’essere se stessa, nelle scelte creative come in quelle umane e personali. Rappa e canta con naturalezza, non s’impone performance muscolari solo per dimostrare di saper prendere note altissime o di poterle tenere un’eternità, ma può sussurrare, esprimersi per sfumature, con la consapevolezza di avere una voce magica.
Il primo singolo, “All About Me”, manifesta le intenzioni di Syd, la sua volontà di auto-determinazione come artista e come persona, in un momento storico nel quale non è per niente facile essere donna, nera e gay, soprattutto contemporaneamente.

syd-fin

Fin (Columbia/Sony)

Advertisements

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s