You Only Live 2wice

Come ci insegna l’Agente 007, Si vive solo due volte. Il rapper Freddie Gibbs, dopo aver passato due o tre anni un po’ burrascosi, sembra aver fatto propria questa lezione: ha combattuto contro parecchi fantasmi, si è giocato tutto, ma alla fine ne è uscito più forte, consapevole e deciso che mai.
Nel 2014 è sopravvissuto a una sparatoria a Brooklyn, nella quale sono rimasti uccisi due uomini del suo entourage, poi è stato impegnato per gran parte del 2016 in un processo per tentata violenza sessuale. D’altronde, il gangsta rap è sempre stato più che un modello di vita per lui.
Scampato alle pallottole e uscito innocente dalle vicende giudiziarie, ha deciso di tornare finalmente alla musica, pubblicando quello che è forse più un ep che un album vero e proprio, intitolato You Only Live 2wice proprio come un episodio della saga di James Bond.
Come un nuovo Gesù contemporaneo, la copertina del disco lo vede elevarsi sulla folla e sugli incubi del recente passato, celebrando l’inizio della sua seconda vita. In mezz’ora circa s’interroga sulla prima, che evidentemente considera conclusa, e si prepara alla seconda, che è già cominciata, riflettendo sulle opportunità da cogliere e sulla forza interiore necessaria a uscire dalle avversità senza farsi abbattere. In “Crushed Glass” chiarisce la sua versione dei fatti rispetto alle accuse di tentato stupro con parole dure, piene di rammarico e voglia di rivincita.
Nell’altro singolo, “Alexys”, prodotto con Kaytranada e BadBadNotGood, si lascia alle spalle i vecchi “amici”, che non hanno mai meritato la sua fiducia, mentre in “Homesick” si dice pronto ad abbandonare quella condotta per stare insieme alla figlia piccola. Non sappiamo se c’è da fidarsi, visto che in “Phone Lit” e “Amnesia” si sfoga e se la prende con il peso delle responsabilità e le troppe pressioni quotidiane.
La voce di Freddie Gibbs si conferma uno strumento potente: ruvida e flessibile, dimostra tutta la forza del personaggio, ma svela anche le fragilità dell’uomo. Il rapper, originario dell’Indiana, è capace di sputare rime come se fossero pugni in faccia, ma sa essere anche morbido e introspettivo. È una scelta significativa anche quella di non aver voluto altri contributi vocali, nessun ospite che s’intromettesse nel suo flusso di coscienza.
Persino le basi sono piuttosto scarne, essenziali, con parecchie concessioni alla trap, ma non concepite per essere protagoniste del disco, che invece serve per far sapere in giro che Gangster Gibbs è tornato e ha una nuova vita davanti. You Only Live 2wice è un lavoro interlocutorio, che segna un passaggio importante nel suo percorso umano e professionale, e lui è deciso a farsi trovare pronto.

Freddie Gibbs, You Only Live 2wice (Empire/ESGN)

You Only Live 2wice (Empire/ESGN)

Advertisements

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s