Ennanga Vision

Il mal d’Africa ti resta appiccicato alla pelle come il sole, ti entra nell’anima e non ti abbandona più. Lo sa bene il produttore londinese Jesse Hackett, che nel corso del suo viaggio musicale nel cuore dell’Uganda ha concepito e realizzato un progetto bellissimo, una sorta di colonna sonora post-moderna di quella parte di Africa, così complicata e spesso tormentata.
Hackett, che fa parte della band keniana-britannica Owiny Sigoma e suona le tastiere sul palco dei Gorillaz, è tanto europeo quanto innamorato dei suoni del continente africano, ma in questa sua missione si è fatto accompagnare dal multistrumentista e cantante ugandese Albert Ssampeke, che gli ha aperto le porte del suo mondo musicale e ha coinvolto alcune leggende viventi della scena tradizionale. Infatti, Ssampeke è il figlio (uno dei venticinque) di un musicista famosissimo ai tempi dell’antico regno di Buganda e a sua volta è insegnante, performer e custode di quell’intricata e complessa tradizione culturale.
Il risultato della collaborazione tra Hackett e Ssampeke è il coloratissimo album Ennanga Vision, che mescola la sensibilità elettronica dell’uno con la strumentazione acustica dell’altro, intrecciando efficaci forme di pop contemporaneo a canzoni tradizionali ugandesi. La musica di corte di Buganda, i canti popolari dei matrimoni, il vivace pop africano, i martellanti beat elettronici, le drum machine a 8-bit e gli strumenti fatti a mano, come l’Amadinaba (un enorme xilofono), il Ngindidi (un violino), l’Endongo (un’arpa) e l’Ennanga (un flauto), sono gli elementi principali di questa colonna sonora, così originale e coinvolgente.
Fra gli ospiti speciali del progetto spiccano Otim Alpha, leggendario cantante della regione settentrionale del Paese, famosissimo nella comunità Acholi, e Twongweno, il vero re della musica dei matrimoni Acholi e pioniere del sound elettronico dell’Uganda.
Ennanga Vision è proprio una visione, un viaggio vero in un mondo musicale differente, il disco perfetto per chi, come me, quest’estate non potrà allontanarsi troppo da casa, almeno fisicamente.

Ennanga Vision (Soundway Records)

Ennanga Vision (Soundway Records)

Advertisements

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s