Ephorize

Ai miei tempi, gli anni Novanta, era una giovanissima e intraprendente Lil’ Kim a giocare la parte della donna sfrontata e sessualmente libera nella virile scena hip hop, ma continuava a porsi comunque come oggetto del desiderio maschile e mai come soggetto desiderante. Da allora, poco per volta, le cose sono leggermente cambiate anche in quel machissimo mondo, grazie a ragazze belle e toste come Nicki Minaj, SZA e Kelela, che finalmente non hanno paura di affermare ciò che vogliono.
La più oltraggiosa e divertente rapper in circolazione è ora CupcakKe aka Elizabeth Harris da Chicago, che nel suo nuovo album, Ephorize, dimostra ancora una volta di non avere peli sulla lingua. Eppure non si tratta semplicemente di una corsa alla volgarità o di voglia di scandalizzare, anzi, i nuovi pezzi hanno a che fare con il superamento dei tabù e con l’affermazione di un nuovo potere femminile o addirittura senza genere.
Dal punto di vista musicale il disco si discosta dalla ripetitiva monotonia di gran parte dell’attuale scena hip hop, che si svolge praticamente tutta all’interno delle stesse coordinate sonore e senza troppi scossoni. Invece, CupcakKe s’inventa qualcosa di interessante per ogni traccia, non solo con battute irriverenti e giochi linguistici, ma anche con audaci contaminazioni stilistiche. Se “Duck Duck Goose” guarda alla bounce di New Orleans, “Total” subisce l’influenza della tropical house e “Crayons” è costruita su percussioni reggaeton.
Prodotte prevalentemente dal poco conosciuto Def Starz, che grazie a questo album diventerà presto uno dei più richiesti del music biz, le versatili tracce di CupcakKe toccano argomenti diversi, dalla mancanza di autostima alle delicate questioni LGBTQ fino alla stravagante normalità di una storia d’amore. In fondo, anche una rapper dura e autoironica come lei, che farebbe arrossire chiunque con una gestualità a dir poco esplicita, cerca una persona con la quale costruire una relazione stabile, ma non è semplice trovare qualcuno che possa stare al suo passo.

Ephorize (self-released)

Ephorize (self-released)

Advertisements

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.