Love Is Love

La primavera si avvicina, queste giornate di tiepido sole ci risvegliano pian piano dal torpore dell’inverno e siamo pronti ad ammirare lo sbocciare dei fiori e dei nuovi amori. Che cosa c’è di più primaverile di un amore giovanile? Sembra pensarla così anche la giovanissima rapper di Baltimora Lor Choc, che ha deciso di dedicare il suo secondo disco – un mixtape, più che altro – alle gioie e ai dolori delle relazioni adolescenziali, spesso più complicate di quello che si pensa.
Love Is Love, appunto, è una sorta di flusso di coscienza di 35 minuti, sinceramente autobiografico, vero e autentico, di quanto una storia d’amore possa prendere e massacrare le viscere di una persona giovane e inesperta, nel bene e nel male.
E tutto diventa più difficile, se si prova questo totalizzante sentimento verso una persona del tuo stesso sesso, come nel caso di Lor Choc, anche se la legge è ormai a tuo favore nel segno di “all love is equal”. Sappiamo tutti che non è così, nemmeno nei cosiddetti Paesi democratici.
La chiave di volta arriva proprio a metà del disco con “Get Away”, che intreccia l’Auto-Tune di Lor Choc con campioni di “Smalltown Boy” dei Bronski Beat e “Fast Car” di Tracey Chapman, sovrapponendo così le vicende di tre fuggitivi disperati, e “Wrong Rights”, che ci ricorda che alcuni amori sono ancora considerati moralmente sbagliati: “If loving you is wrong / Then I don’t wanna be right”.
Rispetto all’esuberante esordio di Worth The Wait (2016), Love Is Love è più calmo e posato. I beat sono morbidi, le linee di synth più sottili, la rapper non cerca di riempire tutti gli spazi con la propria voce e si dimostra più versatile ed emotiva, pur mantenendo inalterato l’invidiabile carisma.
E, in fondo, la complessa visione di Lor Choc si trasforma in una lezione sentimentale e positiva, che vuole l’intima amicizia femminile trasformarsi in un rapporto romantico tra pari, senza alcuna idea di possesso.

Lor Choc, Love Is Love (TSO Records)

Love Is Love (TSO Records)

Advertisements

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.