– Ugh, those feels again

I sentimenti sono importanti per ognuno di noi, anche per quelli che fanno finta di non averli o di non curarsene, ma per qualcuno sono il centro di tutto, la chiave di interpretazione del mondo. È il caso della cantante iraniana-svedese Snoh Aalegra, oggi di base nell’assolata Los Angeles, che proprio ai sentimenti ha già dedicato l’ep di debutto FEELS (2017) e ora anche il nuovo album, – Ugh, those feels again, appena pubblicato dall’etichetta ARTium Recordings del produttore hip hop e R&B No I.D.
Interprete raffinata dalla vocalità seducente, Snoh Aalegra descrive la propria musica come “soul cinematico”, una definizione assolutamente calzante per i moti dell’anima che racconta e provoca allo stesso tempo, soprattutto grazie all’incrocio di generi diversi – pop, soul, hip hop, R&B – e alla ricchezza degli arrangiamenti ispirati ai suoi idoli Stevie Wonder e Whitney Houston.
La costruzione della scaletta procede dall’alto al basso, disegnando una sorta di parabola discendente: i momenti di esaltazione della prima parte forse si rivelano troppo belli per essere veri, così la seconda parte conduce alla riflessione solitaria e al rimpianto del passato. Emozioni sempre forti, nel bene e nel male.
Sulle tracce della prima metà, brillanti ed energiche midtempo, Snoh Aalegra appare libera, naturale, positiva, alternando momenti di rap grintoso a melodie sinuose. Molleggia sulla linea di basso di “Whoa”, guida il coro di “Find Someone Like You” e dialoga a gemiti con la chitarra elettrica di “Toronto”.
Al giro di boa, invece, il mood si fa più cupo e solitario, pensieroso e triste. La cantante rimane quasi all’angolo dei propri brani, schiacciata dal peso di sentimenti negativi. La spiegazione arriva forse da una sequenza di tre canzoni, nelle quali Snoh Aalegra si rivolge direttamente all’ex partner, passando dal dolore per l’abbandono (“You”) alla delusione e l’amarezza nei suoi confronti (“Njoy”) fino al superamento della storia (“Nothing to Me”). La svolta non è positiva, il sentimento si è semplicemente trasformato in rifiuto e intolleranza per la persona che l’ha lasciata, eppure Snoh Aalegra restituisce candore e bellezza attraverso la voce, lasciando intravedere un nuovo corso oltre quelle emozioni soffocanti e nocive.
Mentre ci godiamo questo album, soul contemporaneo ma fatto per durare grazie alle ottime produzioni, noi sentimentali restiamo in attesa del prossimo – emozionante – episodio.

album cover
– Ugh, those feels again (ARTium Recordings/Awal)
Advertisements

About claudiagalal

Fifty Italian, fifty Egyptian, vegetarian, music and gigs addicted.
This entry was posted in Music and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to – Ugh, those feels again

  1. wwayne says:

    Per te chi sono i migliori cantanti R&B di sempre?

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.